Racconti d’estate – La strega

lucciole.jpgInizia il periodo dei racconti estivi, corti e incentrari su questa stagione, che da sempre ci regala le sfumature più svariate, di colori, di calori, di vita.

Apriamo agosto con il racconto di Andrea Moretti

LA STREGA
– Su nonno, racconta
– Avevo più o meno la tua età, era estate, faceva un caldo che non ti dico, e in spiaggia portavo delle buffe braghe a pallini azzurri…
– …
– Non ridere! Comunque, stavo sempre sotto l’ombrellone con i miei genitori e mi annoiavo…finché non vidi quella compagnia di ragazzi più grandi. Giocavano a calcio sulla sabbia rovente, ricordo che provai a unirmi a loro ma non andò benissimo…mi ignoravano proprio! Ma io presi coraggio e chiesi perché. Mi dissero che ero un moccioso e loro non erano delle balie. Ma…
– Ma?
– Avrei fatto parte di quella combriccola se avessi tagliato una ciocca di capelli alla strega che abitava nella catapecchia sul bordo della scogliera. Incosciente accettai. Così quella notte andai al covo della strega. Ricordo l’odore pungente del pesce. Le gambe mi tremavano e il buio lo potevo toccare con mano.
– Continua.
– La porta era aperta. Superai il corridoio, poi vidi quella luce così innaturale, gialla e brillante. E quell’ombra che diventava sempre più grande! Mostruosa! Una voce che aveva ben poco di amico mi urlò… CHI SEI? Scappai gridando come una mammoletta, piangevo! Inciampai sul pianerottolo finendo nella polvere e slogandomi una caviglia. Davanti a me la strega, alle mie spalle lo strapiombo. Non avevo scampo! L’ombra si avvicinava…
– E…?
– La figura cominciò a rimpicciolirsi, sempre di più. Non ci credevo… Era una bambina! La strega dico. E quel bagliore era il suo tesoro: la sua collezione di lucciole. Temeva che gliela volessi portare via. Ci avevano già provato quei ragazzi della spiaggia. La prendevano in giro, la chiamavano “strega”. Mi curò la caviglia e diventammo amici. Buffo vero? Cosa si può celare dietro le apparenze… Da allora ogni estate tornai alla casa sulla scogliera e non mi sentii più solo.
– Ma nonno, la strega che fine ha fatto?
– Questo puoi chiederlo alla nonna, domani a colazione.
– La nonna?!
– Dormi ora, che domani comincia la tua estate. Buonanotte.

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in Andrea Moretti, Estate, Scrittori in Corso e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...