Beatrice

Non sono un vaso di cristallo, non sono una dea di un olimpo che non esiste, non sono un’anima pura che può permettersi di vedere Dio. Sono una donna fragile e triste, arrabbiata e innamorata. Non sono ciò che tu credi che io sia. Non sono ciò che tu vedi, io sono altro ma tu non lo capisci… tu non vuoi capirlo. Mi hai plasmata nella tua mente, tra i tuoi pensieri mi hai reso una bambola di porcellana di una perfezione irraggiungibile che mi fa paura, che io non sono. Guardami almeno una volta per ciò che sono, solo una e solo allora potremmo essere veramente uno per l’altra.

Erika Franceschini

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in 100 Parole, Erika Franceschini, Personaggi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...