Fratelli Cervi

C’erano una volta sette fratelli… Potrebbe iniziare così.
È solo una sera delle tante nel carcere di Reggio, una delle tante sere che fa freddo e che sogni la cascina e la tavola imbandita.
È quasi Natale, oppure è passato da poco, abbiamo perso il conto dei giorni. Facio diceva sempre che è importante tenerli a mente quando ti prendono, serve a non impazzire. Agostino insiste nel dire che oggi è il suo compleanno, potrebbe anche darsi, per quanto se ne sappia potrebbe essere Pasqua.
Tac.
La porta si apre, il bastardo in nero ci guarda con interrogativo disprezzo.
– ‘Ndiamo va! Che oggi facciam pratica al poligono.
C’erano una volta sette fratelli… Sarebbe un ottimo inizio, peccato sia soltanto una triste fine.

Damiano Lenaz

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in 100 Parole, Damiano Lenaz, Personaggi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fratelli Cervi

  1. Monica ha detto:

    Toccante questo testo!

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...