Professor Bellavista

Saverio non poteva più trattenere quella domanda:
– Professò, ma perché le nuove generazioni c’hanno ‘sta smania di accattarsi tutti ‘sti beni tra macchine, case e scemità?
Dopo un lungo sospiro Gennaro Bellavista trovò le parole adatte.
– Savè, oggi funziona la casa in solitaria, in riva al mare, il sogno di tutti. Io da piccolo avevo una casa in riva al muro. E lì potevi disegnarci una porta per giocare a calcio con gli amici, rompere forse la finestra del primo piano, litigare, parlare, diventare società. Prima non valeva il modo di dire “come parlare a un muro”, perché spesso rispondeva.

Aniello Di Maio

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in 100 Parole, Aniello Di Maio, Personaggi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Professor Bellavista

  1. Monica ha detto:

    Mo’ chi è costui? Però bellissimo il testo!

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...