Una rosa con quattro spine

Era una mattina come le altre quando se n’è andato. Aveva pulito bene i vulcani, come sempre, anche quello spento per precauzione.
Lo osservavo con attenzione, mentre lui era intento a estirpare i germogli di baobab e non badava a me: non volevo che se ne accorgesse, sarei apparsa talmente ridicola ai suoi occhi!
Che stupida sono stata!
Mi ha innaffiato un’ultima volta e mi ha detto addio, preoccupandosi per me.
Non l’ho trattenuto, anzi. Non gli ho mostrato le mie lacrime per orgoglio.
Mi manca e vorrei poter tornare indietro per dirgli soltanto questo: “Resta con me”.

Sonia Barsanti

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in 100 Parole, Personaggi, Sonia Barsanti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...