Aurora

aurora

– Altro vettore in avvicinamento sull’orbita ellittica, Ammiraglio! – annunciò l’addetto agli armamenti.
– Bene, che provino ad attaccarci. Armare i condotti di lancio a tribordo, voglio che quei cani paghino per aver distrutto la Freya! –
Sullo schermo tattico era comparso il puntino luminoso della nave nemica, che si andava ad aggiungere ai due che già stavano ingaggiando con il loro gruppo di battaglia, sarebbe stato uno scontro duro, ma avevano buone possibilità anche in inferiorità numerica. La Hodin era solida e avrebbe retto contro quelle corvette.

L’equipaggio era elettrizzato e assetato di vendetta: gli sguardi, fugaci come gli amori adolescenziali, che si scambiavano i soldati nella sala di comando tradivano l’assenza della calma necessaria a chiudere lo spinoso capitolo Aurora.

Eccola lì, fastidiosa come laser puntato sugli occhi di uno scalatore, la nave che risuonava e lampeggiava sullo schermo tattico.

L’ammiraglio sospirò tra sé, con gli occhi chiusi, come direttore d’orchestra in cerca della tranquillità per condurre l’ultimo gran concerto della sua vita.

-Nemici a ore 10, 12 e 14. E’ ancora possibile la fuga, Ammiraglio.

–Siluri pronti per ore 12. Attendere il mio segnale. – rispose laconico.

L’annuncio della fine della guerra interruppe l’operazione definitiva: il Presidente aveva firmato la pace. Si era forse dimenticato dei caduti per la sicurezza della Nazione? Non poteva essere, non adesso! Giustizia era quasi compiuta…

Un rigo di sudore e di sgomento attraversò il volto dell’ammiraglio.

-Navi in ritirata, signore!

-Fuoco a ore 12.

Prima che la guerra fosse realmente finita, era di nuovo cominciata.

***

Cedo la magica bacchetta della parola detta e non detta, al prossimo cantore, di certo un bravo autore.
Se l’incantesimo vorrai continuare, con questa frase dovrai iniziare: “Sono fiera di te”. Così mi disse, giuro, prima di essere inghiottita dalle ombre e dal silenzio. Mi aveva lasciata lì e se ne era andata così come era arrivata.

Lisbeth Pfaff

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in Incipit, Lisbeth Pfaff e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...