E la chiamano estate

Caldo. Afa. E la chiamano estate.
Li abbiamo visti tutti, i cartelloni delle agenzie di viaggi.
Un mare lindo e perfetto, con culi da passeggio perfetti più dello stesso litorale.
Fantomatici drink esotici con ombrellino e fetta d’ananas.
Una vacanza irreale.
Da noi si è rotto un tubo fognario, che ora scarica vicino alla spiaggia.
Tra le scorze di melone e sudori inguinali io ho scelto il ventilatore a casa.
Agli amici racconterò di una vacanza fatta anni fa, ma da un blogger, personalizzandola.
Tutto fotodocumentato.
Sia maledetto Bruno Martino e la sua canzone.
Caldo. Afa. E la chiamano estate.

Aniello Di Maio

Annunci

Informazioni su Scrittori in Corso

Collettivo di scrittura e laboratorio di stile di scrittura creativa. Dal Marzo 2015 si promuove come ritrovo per autori emergenti e non, con lo scopo di migliorare la fruibilità delle produzioni letterarie contemporanee in un contesto di social media. Non costituisce una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 7-3-2001.
Questa voce è stata pubblicata in 100 Parole, Aniello Di Maio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a E la chiamano estate

  1. monica ha detto:

    Ho dovuto cercare Bruno Martino… pensa te!

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...